Attività della regione

La chirurgia ginecologica mininvasiva ha in Sicilia una tradizione antica ed eccelsa che vede la sua comparsa in letteratura con il  libro pubblicato in Italiano  nel 1962 da Vito Albano ed Ettore Cittadini dal titolo “La celioscopia in ginecologia”.

In questi 50 anni le Scuole di entrambi  gli Autori associate  ad altre eccellenti realtà hanno contribuito a diffondere  e implementare la cultura, la conoscenza e soprattutto l’applicazione delle tecniche endoscopiche e mininvasive in genere.

La cultura della minima invasività in Sicilia passa oggi, in maniera spesso eccellente, attraverso le tecniche  laparoscopiche, isteroscopiche, vaginali e minilaparotomiche enfatizzando la necessità di un approccio alla patologia chirurgica della Donna che non sia soltanto quello del “minimo accesso” ma in un’ottica diagnostica e terapeutica di più moderno e ampio respiro.

Il legame della comunità dei Ginecologi Siciliani alla SEGi è stato sempre saldo e numericamente consistente con numerosi Colleghi che hanno partecipato e partecipano in termini di vita societaria, di contributi tecnici, organizzativi e scientifici al percorso della Società nel corso degli anni.

L’attuale Segreteria Regionale SEGi Sicilia è profondamente impegnata in un processo di riorganizzazione dei contatti tra i Soci, di approfondimento culturale e di spinta in avanti nei confronti delle tante e interessanti realtà periferiche con l’obiettivo non solo numerico di implementare il numero degli iscritti ma anche e soprattutto di promuovere in maniera sempre più capillare la cultura della minima invasività in ginecologia e di consolidare i sentimenti di amicizia, collaborazione e solidarietà tra i componenti della comunità.

Responsabile regionale

sicilia-regionale
Dr.

Antonio Maiorana

mobile 3389761840

Scegli la regione

Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte / Val d'Aosta Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige Umbria Veneto Italia